KDXU3021Negli ultimi giorni la Fondazione Dalmine è stata invasa! Da chi? Dal “Gruppo grandi” della scuola dell’infanzia “Don Piazzoli”, dai bambini della classe 3A della scuola primaria “De Amicis” e dai ragazzi della 3B della scuola secondaria di primo grado “Moro”.

Perché sono venuti a trovarci? Semplice, hanno aderito al progetto “Raccontare la città industriale 7.0” e sono giunti in Fondazione Dalmine per svolgere il primo incontro di questo percorso didattico, incentrato sulla rinascita economica italiana degli anni ’50-’60.

Come coinvolgere questi studenti, soprattutto i più piccoli, su un tema così difficile e distante? Abbiamo cercato di focalizzare l’attenzione su qualcosa che potesse riguardarli da vicino, ossia i mutamenti che avvennero all’interno del tessuto urbano di Dalmine proprio nel periodo storico preso in esame (nascita dei quartieri “Brembo” e “Cinquantenario”).

IMG_3846Per quanto riguarda i bambini dell’infanzia e della primaria, l’obiettivo era di stupirli fin da subito, affidandogli una vera e propria missione. Come fare? Abbiamo pensato di adoperare un mezzo da loro molto conosciuto e apprezzato: la televisione! Abbiamo rispolverato e messo in funzione un vecchio televisore della Fondazione Dalmine, che ha trasmesso una trasmissione degli anni ’50 con una panoramica di Dalmine degli anni ’50.

IMG_3760 Il programma è proseguito con la volontà di far vedere ai bimbi fotografie di edifici di Dalmine a loro noti, ma qualcosa è andato storto! Non si vedeva niente!

Da qui è partito un surreale dialogo tra la Signorina Buonasera e i fanciulli! Il tutto è  sfociato nella richiesta di aiuto, da parte dell’annunciatrice, nel reperire le immagini scomparse, realizzando fotografie ai monumenti dalminesi.

archivioCaricati da questa responsabilità, i bimbi hanno proseguito l’attività in archivio, cercando rotoli che contenevano immagini della Dalmine degli anni ’50-’60, in seguito colorate e analizzate.

Diversa l’attività svolta dai ragazzi della scuola secondaria di primo grado. Con l’obiettivo di realizzare dei cinegiornali relativi a Dalmine hanno effettuato una ricerca nell’archivio storico della Fondazione per cominciare a focalizzare l’attenzione su tal periodo.

Il tempo è davvero volato in questi tre incontri e, in men che non si dica, è stato il momento di salutarsi! Ma non preoccupiamoci troppo, la missione affidata agli studenti continuerà presto, a partire dal prossimo ritrovo, il 16 febbraio!