Tags

, ,

Condividi

DSCN0206_webIn questa splendida mattinata di sole è venuta a trovarci in Fondazione la classe 1 M della Scuola secondaria di 1° grado di Sabbio. I piccoli amici armati di curiosità si sono approcciati all’archivio e alle fonti  in esso conservate soffermandosi con il progetto faccia a faccia su quelle iconografiche. Hanno iniziato il loro viaggio nella memoria con la presentazione di alcuni album fotografici e la differenza tra album familiari e album aziendali, scoprendo la finalità del progetto faccia a faccia che dal 2006 ha creato un legame tra l’archivio TenarisDalmine e quello diffuso sul territorio, coinvolgendo le tante persone che nel corso di più di un secolo hanno lavorato in fabbrica o sono stati indirettamente coinvolti nella sua realtà. Dagli album si è ampliata  la prospettiva a tutto il patrimonio fotografico dell’azienda, e al perché sono presenti così tante foto che riguardano sì il lavoro, ma anche tantissimi altri momenti fuori dallo stabilimento.

DSCN0198_webHanno visto due macchine fotografiche d’epoca e appreso la differenza tra fotografia analogica e digitale, tra bianco e nero e colore, scoprendo cosa significhi il supporto, lo sviluppo e la stampa di una fotografia. La ricchissima documentazione fotografica racchiusa nel progetto faccia a faccia, dagli album al web, ha  mostrato loro come questa fonte può essere utilizzata per ricostruire la storia e le tantissime storie satelliti che gravitano intorno alla fabbrica e a Dalmine. DSCN0208_webLa classe, divisa in gruppi di lavoro, ha analizzato le immagini dei diversi album osservando attentamente i soggetti immortalati e leggendone le didascalie. Alla fine riconsegnando gli album hanno condiviso quanto avevano osservato: il ricchissimo mosaico della storia aziendale, dal lavoro al welfare, e lo scorrere del tempo letti nei particolari delle raccolte di fotografie dedicate  al lavoro, al tempo libero, alle donne, agli album personali. DSCN0205_webPer la conclusione del laboratorio ciascun gruppo è stato stato invitato a realizzare un proprio album, una sorta di foto-racconto su un tema estratto dai tre proposti: lavoro, scuola e tempo libero. Hanno riempito un album con delle riproduzioni fotografiche con la libertà di colorare,  ritagliare e  fare dei collages e accompagnare la narrazione dell’immaginario di oltre un secolo di industria rivisitato con i loro occhi.