Tags

, ,

Condividi

Eccoci di nuovo qui per raccontare come è andato il secondo incontro a cui hanno partecipato le classi della scuola primaria coinvolte nel progetto Raccontare la città industriale 3.0.

DSCN0320copiaSe la scorsa volta gli alunni sono venuti in Fondazione Dalmine per scoprire l’archivio con i suoi documenti, quest’oggi l’incontro si è svolto tra le mura della scuola ed è iniziato da un’osservazione più approfondita di quella mappa storica ritrovata in archivio e rielaborata con colori e disegni dai bambini.

Osservare il documento ha permesso di scoprire che su di esso, oltre agli edifici della città e alla fabbrica, sono presenti dei puntini neri – certo non sono segno del tempo che passa! – che rappresentano tutte quelle bombe cadute sul suolo di Dalmine nel lontano 6 luglio del 1944.

DSCN0372copiaUn’altra parte importante della storia della città industriale è stata svelata: il bombardamento. Immagini storiche e un girato dell’epoca ci hanno aiutato a conoscere il contesto storico e la portata di quell’avvenimento che è stato compreso e che molti bambini già avevano sentito raccontare da nonni più anziani.

La scoperta di questa nuova parte della storia è servita per introdurre una nuova attività che ha visto e vedrà protagonisti, d’ora in avanti, tutti i bambini: essi dovranno raccontare la storia della città industriale di Dalmine – dalle origini al bombardamento, dal bombardamento alla ricostruzione – attraverso l’utilizzo di cubi fotografici che loro stessi hanno iniziato a costruire aiutandosi con forbici e righello.

DSCN0355copiaCome hanno notato i bambini, un cubo ha sei facce e proprio su ognuna di quelle facce loro dovranno narrare questa storia. Oggi, guidati dalla fotografa Ilaria Turba, hanno ricoperto una sola faccia del cubo per raccontare il momento del bombardamento e l’hanno fatto servendosi di ritagli di fotografie storiche che raffigurano le macerie provocate dalle bombe esplose; i ritagli hanno la forma e la dimensione delle facce dei cubi e sono stati realizzati dai bambini con l’aiuto di apposite cornici.

L’incontro è così terminato. E i bambini continueranno a narrare e a ricostruire parte della storia di Dalmine  il 7 e il 10 marzo!