Tags

, ,

Condividi

logoClioparole“Papà, spiegami a che serve la storia”.

Con queste parole si apre l’introduzione di una delle opere più lette e più citate dagli studiosi (Marc Bloch, Apologia della storia) una riflessione ancora attuale: a che cosa serve studiare la storia? Ne vale ancora la pena?

cliohomepage

Da queste domande prende avvio la scuola estiva dell’associazione Clio’92, giunta alla sua ventesima edizione, e finalizzata allo studio, approfondimento e formazione di temi legati alla didattica della storia,

Un seminario di quattro giorni (26-29 agosto 2014)  in cui si alterneranno interventi teorici e attività laboratoriali.  Docenti e professionisti di diverse regioni d’Italia avranno l’opportunità di incontrarsi e di scambiare le proprie esperienze didattiche in un clima di confronto e crescita a partire dal le tecniche di scrittura di testi in storia.

Dalle riflessioni di Marc Bloch negli anni Quaranta il mondo è profondamente cambiato, così come le modalità di insegnare le discipline storiche: in una realtà multimediale e digitale i rapporti tra insegnante e materia e tra materia e alunno si sono rivoluzionati. Un punto di contatto e uno strumento di comunicazione tra questi tre soggetti può essere individuato nella scrittura.

La Fondazione Dalmine partecipa con un laboratorio dal titolo “Raccontare la città“. Clicca qui per leggere il programma della Scuola e gli abstract degli interventi.