web

Mercoledì 26 novembre 2014 | ore 16.30, Fondazione Dalmine, via Vittorio Veneto Dalmine

Cibo e acqua a Dalmine. Raccontare la città industriale

Mercoledì 26 novembre 2014 si terrà il secondo dei due appuntamenti che la Fondazione Dalmine dedica alla storia dei consumi alimentari e di acqua, per approfondire i temi della quarta edizione di Raccontare la città industriale.

Nel corso del Novecento le macchine, che nel secolo e mezzo precedente avevano accompagnato la rivoluzione industriale collocandosi nelle fabbriche, si sono diffuse in tutta la vita sociale e in particolare sono entrate nelle case, sostituendo o affiancando il lavoro soprattutto delle donne. Si è trattato di una rivoluzione tecnologica insieme profonda e apparentemente laterale, che ha avuto aspetti liberatori (almeno in termini di fatica fisica) e aspetti di nuova regolamentazione della vita domestica. Nelle cucine in particolare l’avvento del gas e del frigorifero ha modificato la vita alimentare, rendendo possibili altre novità, dal supermercato al rivoluzionamento delle tecniche di preparazione dei cibi: un aspetto della storia contemporanea troppo poco considerato nella sua portata e nei suoi significati. Molteplici le possibilità di declinare questi temi nella didattica della storia, dalla scuola primaria alla secondaria, utilizzando le più recenti metodologie di narrazione nell’ambito dei curricula scolastici.

Per illustrare questi aspetti, presentare spunti e riflessioni, stimolando il pubblico di docenti e operatori culturali, ci saranno Peppino Ortoleva, docente di Storia dei media all’Università degli Studi di Torino e studioso di comunicazione, e Ivo Mattozzi, prof. incaricato della Libera Università di Bolzano - Facoltà di Scienze della formazione primaria e presidente di Clio92.

Su richiesta sarà rilasciato un attestato di partecipazione.