Tags

, ,

Condividi

webLunedì 14 aprile 2014, con Sergio Visinoni dell’Associazione Laboratorio 80 di Bergamo, siamo andati alla Scuola secondaria di primo grado per incontrare  la classe 2 N a Sabbio prima e di seguito la 3 A a Mariano. Un appuntamento con telecamere accese di chiusura e restituzione sul percorso didattico di raccolta e uso delle fonti orali. Gli studenti hanno visto i girati prodotti il 28 marzo con uno sguardo critico ed emozionato. Insieme abbiamo analizzato i contenuti raccolti e il metodo usato, smussando le criticità tipiche della fonte storica orale. Dopo una carrellata degli spezzoni più significativi delle interviste ci siamo soffermati sul modo di usare le informazioni per ottenere il prodotto finale. I ragazzi tra le tante idee e riflessioni, sopratutto per la quantità di informazioni ricevute, hanno proposto un montaggio che rappresenti in maniera corale la ricchezza dei contenuti portata dagli otto testimoni, preziosissimi custodi di memoria.

IMG_3320_webLa discussione puntuale sugli aspetti tecnici del montaggio finale si è spostata a livello più generale quando abbiamo rivolto a entrambe le classi un elenco di domande  per farci raccontare l’esperienza vissuta con il nostro progetto didattico e gli argomenti che quest’anno lo hanno caratterizzato: la ricostruzione di Dalmine e della sua vita sociale, politica ed economica dopo il bombardamento del 6 luglio 1944. I ragazzi hanno esposto in maniera grafica e verbale le loro riflessioni sul contenuto e sullo svolgimento dei nostri incontri motivando risposte e aspettative, indirizzando con suggerimenti puntuali il nostro lavoro futuro nelle prossime edizioni del progetto. Ci rivedremo con i piccoli storici qui in Fondazione Dalmine per la festa finale del 16 maggio in cui tutte le classi coinvolte quest’anno in Raccontare la città industriale presenteranno i frutti del loro lavoro.