Tags

Nessun tag :(

Condividi

Oggi ricorre il 60esimo anniversario dei Trattati di Roma che istituirono la CEE-Comunità Economica Europea, da cui è nata l’attuale Unione Europea. Ma qual è il ruolo di questi trattati e ancora prima di quello della CECA-Comunità Europea del Carbone e dell’Acciaio nel processo di unificazione europea?

IMG_0933

3|19, con i percorsi didattici della Fondazione Dalmine, prova a rispondere a queste e altre domande nel laboratorio Alle origini dell’Europa. Un’impresa siderurgica nel mercato comune europeo, rivolto alle scuole secondarie di I e II grado. Un’attività didattica nuova, che ripercorre le tappe iniziali della Comunità Europea dall’esperienza della CECA agli sviluppi del Trattato di Roma del 1957.


IMG_0943Un laboratorio attraverso l’analisi di documenti d’archivio, filmati, mappe e schede d’approfondimento, dove gli studenti possono scoprire come è cambiata la storia del continente in cui vivono: dalla distruzione della guerra alla ricostruzione in un’Europa divisa, alla crescita economica e alla nascita di un mercato comunitario.

Le vicende internazionali e nazionali, in rapporto all’Europa, sono incrociate con quelle di una grande impresa siderurgica produttrice di tubi di acciaio come la Dalmine, oggi TenarisDalmine. Nelle fonti dell’archivio d’impresa, verbali, foto, corrispondenza, articoli di stampa, gli studenti indagano le occasioni di incontri e rapporti istituzionali con i primi organismi comunitari, le strategie e posizioni di mercato, gli effetti delle politiche promosse in campo sociale.

IMG_0963

“Mercato comune premessa all’Europa unita” è proprio il titolo di un articolo del 1957 con cui la rivista aziendale della Dalmine, “Conversazioni”, segnala ai dipendenti della società l’importanza di quel passaggio storico, ricco di opportunità e insieme di sfide sul piano industriale ma non solo.

Due storie intrecciate, quella dell’Europa e quella della Dalmine, un nuovo laboratorio didattico per lo studio della storia contemporanea che ha già visto la partecipazione attiva di varie classi medie e superiori e l’adesione di altre che lo sperimenteranno nelle prossime settimane!

Materiali